Quali sono le norme che regolano le istruzioni per l’uso, l’ispezione periodica e la riparazione dei dispositivi di protezione contro le cadute dall’alto?

La Norma UNI EN 365 stabilisce che ciascun dispositivo anticaduta debba essere sottoposto a regolare manutenzione e ispezione periodica e che, in caso di necessità, venga riparato adeguatamente.

La durata delle imbracature di sicurezza viene stabilita dal produttore, in genere è di 5 anni, 11 anni per i dispositivi Irudek. Tuttavia la vita utile di un dispositivo dipende da vari fattori dunque è necessario effettuare un controllo visivo prima, durante e dopo ogni utilizzo più una revisione periodica, come stabilito dal produttore e dalla Normativa UNI EN 365.

I dispositivi anticaduta devono essere Marcati CE e disporre della Dichiarazione UE di conformità e del Manuale di Istruzioni.

Dispositivi di protezione contro le cadute dall’alto: la normativa

Manutenzione

Ogni componente del dispositivo anticaduta deve essere mantenuto efficiente in base alle istruzioni del fabbricante.

La manutenzione è essenziale per mantenere il dispositivo in condizioni di funzionamento sicuro; consiste in azioni preventive come la pulizia e la corretta conservazione.

Prima di ogni uso va eseguito un controllo per verificare che tutto funzioni correttamente ed escludere la presenza di segni di usura, come strappi, ruggine o danni alle cuciture.

I dispositivi anticaduta vanno conservati in un luogo asciutto e non direttamente esposto ai raggi solari, La manutenzione può essere eseguita dall’utilizzatore secondo le istruzioni fornite con la nota informativa.

Cura e manutenzione dei DPI sono una responsabilità del datore di lavoro.

Ispezione periodica

Le ispezioni (o revisioni) periodiche sono fondamentali per l’adempimento degli obblighi di legge e garantiscono la durata nel tempo degli standard prestazionali del DPI.

L’ispezione periodica è obbligatoria, deve essere eseguita con regolarità (almeno ogni 12 mesi) e consiste in un’approfondita ispezione del dispositivo per escludere la presenza di difetti. Può essere effettuata solo dal produttore o da persone formate e autorizzate dallo stesso produttore, secondo la Normativa EN 365.

L’ispettore deve conoscere i requisiti correnti di ispezione periodica, le raccomandazioni e le istruzioni emesse dal fabbricante applicabili al componente, al sottosistema o al sistema pertinente. Deve identificare e valutare l’entità dei difetti, avviare l’azione correttiva da intraprendere e avere la capacità e le risorse per farlo.

Per eseguire una corretta ispezione dei dispositivi anticaduta, l’ispettore controllerà ad esempio:

  • eventuali segni di usura (ad esempio strappi, ruggine o tagli)
    danni prodotti da sostanze chimiche pericolose (ad esempio acidi e basi)
  • la corretta marcatura dei singoli elementi del dispositivo
  • la funzionalità dei ganci e dei moschettoni

Secondo la Norma UNI EN 365, i risultati delle ispezioni dei dispositivi anticaduta vanno riportati nell’apposito registro e devono rimanere a disposizione dell’utilizzatore e degli organismi addetti al controllo come ad esempio l’Ispettorato del Lavoro.

Il verbale di ispezione deve riportare:

  • la data dell’ispezione
  • il nome e l’indirizzo di chi la effettua e il nome dell’istituto verificatore
  • la firma di chi la effettua
  • l’esito dell’ispezione
  • informazioni sui contenuti dell’ispezione

Riparazione

Se vengono individuati malfunzionamenti, la riparazione dei dispositivi deve essere svolta obbligatoriamente da una persona competente e preventivamente autorizzata dal fabbricante, in conformità alle istruzioni da esso impartite, come per la revisione.

Se il DPI non è riparabile va eliminato.

L’aiuto della tecnologia

Le nuove tecnologie possono aiutarci nell’adempimento di queste buone pratiche che tutelano la sicurezza e la salute dei lavoratori oltre ad essere fondamentali per l’adempimento degli obblighi di legge.

Invece di compilare manualmente i registri delle revisioni è possibile risparmiare tempo utilizzando Irucheck Inspector, la App per la gestione dei dispositivi sviluppata dal dipartimento tecnologico di Irudek.

Utilizzando questa app, collegata ai singoli dispositivi attraverso la tecnologia NFC, è possibile leggere i dati digitali specifici di ogni dispositivo dotato di microchip sul proprio computer o smartphone. Con una semplice connessione internet, il tecnico può annotare le sue osservazioni sui dispositivi in qualsiasi momento e luogo e aggiungere o modificare le informazioni su ogni prodotto molto comodamente.

Siamo a disposizione per chiarimenti e consigli.

Irudek

Agenzia per Abruzzo, Molise e Marche
Dispositivi di protezione contro le cadute dall'alto e linee vita
diventa rivenditore